FITOTERAPIA E SALUTE

Perchè intervenire con rimedi naturali?

Più vado avanti con questo meraviglioso lavoro , più vedo l’enorme potere che i fitoterapici hanno sui malesseri di tutti i giorni. Persone costrette a combattere con dolori e fastidi cronici che rinascono, valori delle analisi del sangue che “magicamente” rientrano.

Vi do un consiglio, e ve lo do con il cuore: non decidete di avvicinarvi ai metodi naturali quando ormai vi siete resi conto che i farmaci stanno aggravando il vostro problema…gastriti, reflusso, coliti, stipsi, sistema linfatico, circolatorio, stato ossidativo…sono tutte questioni su cui la natura può intervenire…e vi assicuro che interviene in maniera DECISA e RISOLUTIVA 🌺🌺…a voi la scelta 

BENEFICI DAL MONDO DELLE SPEZIE: LA CURCUMA

La curcuma (Curcuma Longa) è una spezia largamente usata in cucina per il suo sapore particolarmente aromatico e per il suo colore intenso. La sua radice è un grosso rizoma ed è la parte della pianta che possiede la maggiore quantità di principi attivi. La curcuma è infatti un potente antiossidante, aiuta la rigenerazione cellulare e contrasta l’azione dei radicali liberi prevenendo l’invecchiamento cellulare. Di questa pianta sono note anche le sue qualità depurative, poiché protegge il fegato, stimola la produzione di bile e lo svuotamento della cistifellea favorendo così una digestione ottimale. A livello topico svolge anche azione cicatrizzante e rigenerante provando a strofinare la sua radice su una ferita, una scottatura o una puntura d’insetto. In commercio esistono vari preparati a base di curcuma, dalla tisana all’olio, alle compresse…sono tutti validi per poter beneficiare delle sua infinite qualità!

QUANTI BENEFICI DAL COMUNISSIMO ROSMARINO!!

Il comunissimo rosmarino (Rosmarinus officinalis) con il suo intenso profumo, non è solo una pianta aromatica, ma possiede infinite proprietà da cui il corpo trae numerosi effetti benefici:
– A livello epatico: aiuta a proteggere il fegato e far sì che svolga al meglio le sue importanti funzioni metaboliche. Da questo ne deriva beneficio per tutto l’organismo perché se il fegato lavora bene migliora la digestione (migliore secrezione dei succhi pancreatici), la pelle ed il capelli sono più luminosi (migliora l’escrezione di tossine e prodotti metabolici di scarto), si evitano i disturbi da cattiva digestione, come il gonfiore addominale.
– A livello cellulare: grazie all’azione dei flavonoidi è un ottimo antiossidante e contrasta la diffusione dei radicali liberi.
– A livello intestinale: è un ottimo tonico per tutto l’apparato gastroenterico combattendo la proliferazione di parassiti intestinali. È anche anti diarroico.
– A livello muscolare: usato sotto forma di olio essenziale (per uso esterno MAI puro ma SEMPRE diluito ad esempio con olio di oliva) è un ottimo antinfiammatorio.
Le forme fitoterapiche più indicate (uso interno) per poter beneficiare appieno degli effetti di questa magnifica pianta sono i macerati e le tinture madri
DOSI CONSIGLIATE: dalle 30 alle 50 gocce al giorno diluite anche in mezzo litro di acqua

IL CAFFE’ VERDE

IL CAFFÈ VERDE FA DIMAGRIRE? 🍵🍵
Il caffè verde è un tipo di caffè che non è stato sottoposto a torrefazione e che quindi per questo mantiene intatte tutte le sue proprietà (vitamine e minerali idrosolubili e, soprattutto, antiossidanti)
Come il caffè di uso comune, il caffè verde contiene caffeina, ed è questa la sostanza che viene in genere annoverata come ACCELERATORE METABOLICO. Dal punto di vista dimagrante, la differenza con il caffè “normale” è che la caffeina contenuta nel caffè verde ha un assorbimento molto più lento e quindi rimane in circolo più a lungo. Questo evita gli “effetti collaterali” tipici del caffè torrefatto ed assicura un effetto sul metabolismo più duraturo e costante.
Ma non per questo si deve considerare una sostanza dimagrante! Non dimentichiamo che ogni integratore (di sintesi o naturale che sia) per ottenere un effetto sul peso deve essere abbinato ad un regime ipo/normo calorico, una sana alimentazione e, possibilmente, un po’ di movimento. 😉
Il caffè verde, proprio perché non subisce torrefazione, mantiene inoltre intatte tutte le sue proprietà: vitamine e minerali idrosolubili e, soprattutto, antiossidanti.

È interessante sapere che, poiché ha un PH vicino al neutro, generalmente il caffè verde viene consigliato anche a chi soffre di gastrite, cosa che comunque cambia a seconda del soggetto e del livello di tolleranza personale.